“Su una parete della nostra scuola c’è scritto grande: I CARE. È il motto intraducibile dei giovani americani migliori. Me ne importa, mi sta a cuore. È il contrario esatto del motto fascista -Me ne frego”

_Don Lorenzo Milani

Informazioni di Contatto

Sei un’associazione di impegno sociale e culturale e sei interessato a scoprire qualcosa in più e/o diventare parte di questa grande rete nazionale? Contatta CARLOTTA BARTOLUCCI alla mail [email protected]

Nel 2011, su spinta e volontà dell’associazione torinese Acmos, nasce la rete nazionale WE CARE, che 21 Marzo contribuisce a fondare, divenendone un membro attivo e sostenendola fino a oggi.
WE CARE è prima di tutto una proposta formativa interattiva, che ha l’obiettivo di creare percorsi di educazione e partecipazione civica rivolti a giovani di tutto il Paese. Interconnettendo realtà e associazioni di promozione sociale e culturale ini tutta Italia, catalizzando percorsi di impegno dalle più svariate forme, la rete WE CARE propone infatti di far confluire parte delle proprie energie nella costruzione di laboratori civici di partecipazione giovanile comuni, grazie ai quali le associazioni locali, protagoniste e in grado di agire sui territori che abitano, possano contribuire a generare cambiamento nel solco di valori comuni.
Le modalità operative si sviluppano attraverso quattro ambiti principali, i primi tre dei quali sono parte integrante delle attività di 21marzo:
– La scuola: prima palestra di democrazia, animata attraverso percorsi pensati ad hoc volti a stimolare la coscienza civile degli studenti
– Il territorio: luogo da comprendere e da plasmare, mobilitando le energie insite tramite l’organizzazione di momenti di formazione civica e di esperienze partecipate
– L’Europa: spazio politico in costruzione, luogo di discussione delle grandi tematiche del nostro
tempo (i rapporti col confine, la migrazione, l’accoglienza, ma anche un efficace contrasto alle
mafie e ai poteri criminali) nonché spazio di “diritti e possibilità”, da costruire e manutenere;
– Gli spazi sociali e abitativi: tramite la promozione di politiche attive di cohousing e social housing si cerca di trasformarli in spazi civici ed educativi, per offrire possibilità abitative e formare al contempo i concittadini di domani.